Sintesi generale sulla globalizzazione

La globalizzazione è un termine piuttosto ambiguo; genericamente, rappresenta l'integrazione delle economie mondiali. L'aspetto più evidente è l'estrema moltiplicazione degli scambi internazionali. Globalizzazione è sviluppo tumultuoso del mercato mondiale dei capitali. È concorrenza a tutto campo tra le imprese, tra i lavoratori. Le imprese multinazionali si muovono in una dimensione mondiale e i loro prodotti sono proposti ai consumatori di molti o tutti i paesi secondo svariate strategie di marketing. Ma anche le piccole e medie imprese devono avere come riferimento lo spazio globale. Le esigenze della concorrenza hanno molto cambiato l'organizzazione delle imprese: queste in molti casi inseguono l'ideale della produzione leggera.

Vi sono fattori che hanno accelerato la globalizzazione: ad esempio, l'evoluzione tecnologica ha diminuito tempi e costi di movimentazione delle merci e ha accresciuto enormemente le possibilità di trasmissione delle informazioni.

I nuovi processi economici sottostanti al fenomeno, mettono in discussione il ruolo degli stati nazionali: la loro autonomia nella politica economica è erosa dalla crescente forza dei mercati, dalla presenza di accordi per la liberalizzazione dei mercati (come quelli promossi dal WTO) e dalla formazione di aree economiche regionali (come l'Unione europea e il NAFTA).

Il linea di massima l'apertura dei mercati crea sviluppo. Ciò non toglie che vi siano protagonisti e vittime del processo di globalizzazione. Nelle economie occidentali, la globalizzazione rappresenta un'opportunità di maggiori esportazioni ma anche una delle cause della chiusura di molte industrie manifatturiere, vinte dalla concorrenza di paesi a più basso costo del lavoro. Vi sono poi stati emergenti, che stanno raggiungendo i livelli di produzione e di benessere delle economie occidentali: è il caso delle Tigri dell'Asia, il cui esempio è stato seguito negli ultimi anni dalla Cina.

Alcuni paesi restano invece ancora esclusi dai grandi circuiti economici mondiali e vedono addirittura accrescersi il divario che li separa dal Nord del mondo: è il caso di buona parte dell'Africa. Per questo la globalizzazione pone anche il problema etico di giuste relazioni tra i popoli.


 
 
Scorri le schede
 
Le sintesi
Generale
Globalizzazione
Mercato dei capitali
Scambi internazionali
Impresa mondo
Lavoro
Marketing globale
Tigri dell'Asia
Sud del mondo
Critiche
Internet
Televisione
Politica
Società multietniche
Religione
Biotech agricoltura